foto: Francesca Marra

Art Farm

Festival di Arti visive e performative 2019.

Art Farm viene organizzato da Umberto Polazzo e Iolanda Marini con la collaborazione di Simone Azzoni. Si svolgerà a Verona nelle giornate dal 28 giugno al 30 giugno, 2019. Indice per la seconda volta un bando di partecipazione proponendo una riflessione sul tema:

Approssimazione

Approssimazione intesa come avvicinarsi senza poter toccare ma a tal punto da non vedere per possedere. Approssimazione come desiderio del tatto e precauzione dello sguardo. Approssimazione come cautela metodologica nel rigore della precisione che costruisce le tappe del cammino all’oggetto. Consapevolezza che il sistema non sarà dato, non sarà controllato ma solo numerato per difetto. La misura umana non può che approssimarsi alla complessità del reale. La ricerca si adegua, confrontandosi con l’irrappresentabile.

—Simone Azzoni

La boccetta di profumo, per esempio, racconta come una fragranza sia capace di approssimarti a qualcosa che non c’è. Ma potrebbe anche essere il profumo di una persona che si approssima.

—Gillo Dorfles

È chiusa la call di Artfarm. Molti sono i progetti che hanno risposto alla call “approssimazione”. Video, fotografie, installazioni e sculture costituiscono un corpus alternativo  e antagonista alla Biennale che in questi giorni inaugura in laguna.

I numerosi artisti partecipanti hanno risposto da ogni parte del mondo. Da Panama al Canada, dal SudAfrica alla Danimarca. La commissione si riunirà nei prossimi giorni e successivamente saranno resi noti i progetti selezionati.

—la curatela

Approximation is understood as approaching without fully reaching, to such extent in which you see but do not possess, with a desire to touch but instead taking the precaution of the gaze. Approximation is a prudent, methodological and precise way of building the steps along the pathway to the object with an awareness that the plan will not be provided or regulated, but only numbered by default. Human dimension can only be approximated to reality’s complexity. This investigation adapts itself, comparing itself with the unrepresentable.

—Simone Azzoni

The vial of perfume, for example, illustrates how a fragrance is capable of approximating something that is not there. But it could also be the scent of a person who approximates himself.

—Gillo Dorfles

The submission period for Artfarm Pilastro 2019 is now closed. We are pleased to have received numerous proposals for our Open Call “Approssimazione”. Video, photography, installations and sculpture make up an alternative body of work, rival  to the Biennale, opening in Venice at about the same time. Participating artists have responded from all over the world, from Panama to Canada, from South Africa to Denmark.

 The selection committee will meet in the coming days and the selected projects will then be announced.

—the curators

Gli spazi di Artfarm Pilastro

La Ca’ Ottolina, villa di campagna del ‘600 circondata da edifici rustici in buona parte ancora in uso, si trova in nord Italia, Località Pilastro di Bonavigo, Verona, a 20 chilometri dal centro città.

The Ca’ Ottolina, a large country house dating from the 1600s surrounded by rustic buildings mostly still in use, is located in Pilastro di Bonavigo in the province of Verona, in Northern Italy, about 200 kilometers from the city center.